Omlmeteo.it
Sito meteo della Basilicata

Maggio 2024: Analisi e dati del mese

83

Quadro generale

Maggio 2024 è stato il maggio più caldo mai registrato a livello globale!

* Per più caldo si intende da quando si effettuano misurazioni ( dal 1880 ).

Temperatura Media Maggio 2024T. Media (1991-2020)Scarto dalla mediaMese più caldo
GLOBO+15,9 °C * NEW RECORD *+15,3 °C+0,6 °C+15,7 °C
(maggio 2020)
    Anomalie globali delle temperature dell’aria superficiale
    Fonte dati: ERA5. Credito: Copernicus Climate Change Service/ECMWF.

» In Europa è risultato il terzo più caldo ( oltre un grado in meno rispetto al 2018 ).

Scarto dalla media (1991-2020)Diff. dal mese più caldo
EUROPA+0,9 °C-1,2 °C
(maggio 2018)
ITALIA+0,5 °C-1,4 °C
(maggio 2003)

» In Italia il mese si è chiuso con un’anomalia di +0,5 °C rispetto alla media 1991-2020, collocandosi al 21° posto tra i più caldi ( il record appartiene al 2003 con un’anomalia di quasi +1,9 °C ).

Andamento delle anomalie di temperatura dell’aria nel Mondo ed in Europa

Anomalie della temperatura dell’aria superficiale media globale ed europea relative al periodo 1991-2020 per ogni maggio dal 1979 al 2024.
Fonte dati: ERA5. Credito: Copernicus Climate Change Service/ECMWF.

Maggio 2024 è il dodicesimo mese di fila a stabilire il rispettivo record mensile a livello globale. La precedente serie consecutiva di record si è verificata nel 2015/2016 ( ben 15 record mesili ).

Pattern atmosferico principale sull’Europa

Anomalie di geopotenziali alla quota di 500hPa rispetto alla media 1981-2010.
Anomalie di temperatura riferite alla quota di 500hPa rispetto alla media 1981-2010.

Il quadro barico sull’Europa è stato caratterizzato dalla presenza di una vasta area anticiclonica posizionata tra la Scandinavia e le regioni dell’Est Europa che ha costretto i flussi atlantici perturbati a scorrere alle medie latitudini sviluppando diverse fasi di maltempo tra Francia ed Europa centrale.

La completa assenza di un campo anticiclonico sul Nord Africa ha favorito in parte anche le zone mediterranee, tavolta oggetto di sporadici episodi temporaleschi.

Temperature e precipitazioni in Europa

Anomalia della temperatura dell’aria superficiale rispetto alla media mensile per il periodo 1991-2020.
Fonte dati: ERA5. Credito: Copernicus Climate Change Service/ECMWF.
Anomalia delle precipitazioni rispetto alla media mensile per il periodo 1991-2020. .
Fonte dati: ERA5 Credito: Copernicus Climate Change Service/ECMWF

Da menzionare le anomalie di caldo sulla Scandinavia e sul Regno Unito, più freddo della norma sulla Russia nord-occidentale.

Notevole surplus di precipitazioni su Inghilterra, Francia, Paesi Bassi, Lussemburgo, Svizzera, Germania meridionale (diversi episodi alluvionali), Austria ed Italia settentrionale mentre particolarmente secco sulla Penisola Iberica meridionale, Scandinavia, Repubbliche Baltiche ed sull’Europa orientale.

Nessuna tempesta nominata nel corso del mese.

( per maggiori informazioni sulle tempeste puoi accedere all’apposita sezione cliccando al seguente link ).

Quadro sull’Italia

I dati mensili mostrano netti contrasti all’interno della Penisola: al Nord più freddo e molto piovoso, al Sud più caldo e con precipitazioni disomogenee.

» Nelle regioni settentrionali è risultato più freddo con un’anomalia di -0,2 °C.

» Nelle regioni centrali è stato più caldo di quasi +1 °C.

» Nelle regioni meridionali è stato il 10° più caldo di sempre con un’anomalia di +1 °C.

Le anomalie termiche del mese sull’Italia rispetto alla media mensile 1991-2020 – fonte dati C.N.R. – ISAC

Quadro sulla Basilicata

Sulla Basilicata le temperature mensili sono risultate al di sopra delle medie, con un’ anomalia inferiore a +1 °C.

Nel corso del mese non si è assistito a significativi contrasti termici: ad un calo moderato ma dalla breve durata verificatosi nei primi giorni ha fatto seguito un periodo caratterizzato da valori termici in graduale rialzo e che ha visto il suo apice dopo la metà del mese (le temperature max hanno superato solo in un’occasione i +30 °C su Matera).

Dal 24 maggio un’intrusione più decisa di aria fresca in quota ha riportato le temperature su valori poco al di sotto della norma.

Dati termici mensili

  • Potenza: media mensile maggio (1991-2020) = 15,5°C
    • media mensile maggio 2024 = +16,2°C (anomalia di +0,7°C),
    • media mensile massime maggio 2024 = +22,3°C
    • media mensile delle minime maggio 2024 = +11,3°C
    • temperatura massima = +27,6°C il giorno 16
    • temperatura minima = +7,6°C il giorno 3
    • giorno più caldo = 20 maggio (temperatura media giornaliera = +19,5°C)
    • giorno più freddo = 3 maggio (temperatura media giornaliera = +9,8°C)
Andamento termico mensile rilevato dalla stazione del C.F.Basilicata
Temperature medie giornaliere rilevate dalla stazione del C.F.Basilicata e raffrontate con la media 1991-2020

  • Matera: media mensile maggio (1991-2020) = 18°C
    • media mensile maggio 2024 = +18,2°C (anomalia di +0,2°C)
    • media mensile massime maggio 2024 = +24,2°C
    • media mensile delle minime maggio 2024 = +14,2°C
    • temperatura massima =+30,2°C il giorno 17
    • temperatura minima = +10,1°C i giorni 3 e 4
    • giorno più caldo = 21 maggio (temperatura media giornaliera = +21,5°C)
    • giorno più freddo = 3 maggio (temperatura media giornaliera = +13,9°C)
Andamento termico mensile rilevato dalla stazione del C.F.Basilicata
Temperature medie giornaliere rilevate dalla stazione del C.F.Basilicata e raffrontate con la media 1991-2020

Dati pluviometrici mensili

POTENZA = 63,4 mm | n. giorni piovosi = 11

MATERA = 40,4 mm | n. giorni piovosi = 4

Il mese ha visto periodi stabili intervallati da episodi perturbati, prevalentemente di stampo estivo con la formazione di temporali.

Tipica del periodo estivo, la distribuzione delle precipitazioni sul territorio è risultata disomogenea: sul versante tirrenico, sul Potentino centrale e sul Medio Bradano le precipitazioni sono risultate anche al di sopra della media, più secco invece sul Melfese e sulla fascia jonica.

Sul Materano e zone centrali della regione le quantità cadute sono concentrate in pochi episodi, tra questi i più intensi hanno interessato la Media Val d’Agri ed il territorio di Oliveto Lucano (vedi allegato seguente).

Precipitazione caduta a seguito di un temporale il 9 maggio nel territorio di Oliveto Lucano

Mappa delle cumulate

Gli episodi più rilevanti del mese di maggio:

  • 1 maggio: instabilità con fenomeni moderati sul Metapontino e colline materane;
  • 2 maggio: instabile nel pomeriggio, rovesci a tratti sul Potentino, a seguire entrata di aria più fredda;
  • 8/9 maggio: instabilità pomeridiana con temporali anche di forte intensità, il 9 nubifragio su Alta Val Cavone e Dolomiti Lucane, caduti 52 mm ad Oliveto Lucano di cui 37 mm in mezz’ora;
  • 10 maggio: temporali su centro-sud regione;
  • 18 maggio: sistema temporalesco in transito da ovest, cella intensa su Medio Bradano e zone ad est di Potenza;
  • 19 maggio: temporali sul Nord Potentino con un paio di celle di moderata intensità (zone nord dei comuni di Lavello e Venosa, zona ad est del comune di Genzano di Lucania);
  • 25 maggio: pomeriggio instabile con temporali nell’area nord della regione;
  • 28 maggio: nubifragi su Matera, Pisticci, Santa Maria d’Irsi (52 mm), Forenza e Roccanova (60 mm), disagi per detriti sulla SS598 Fondo Valle Agri all’altezza di Missanello, altro temporale nell’agro di Lavello;
  • 29 maggio: nuovo temporale nel territorio di Lavello.

Leave A Reply

Your email address will not be published.