Omlmeteo.it
Sito meteo della Basilicata

Giugno 2024: Analisi e dati del mese

72

Quadro generale

Giugno 2024 è stato il giugno più caldo mai registrato a livello globale! ( +0,7 °C ) ed il secondo più caldo a livello europeo ( +1,6°C ).

* Per più caldo si intende da quando si effettuano misurazioni ( dal 1880 ).

Anomalie globali delle temperature dell’aria superficiale
Fonte dati: ERA5. Credito: Copernicus Climate Change Service/ECMWF.

Il pattern europeo dominante è stato caratterizzato da un flusso perturbato piuttosto disturbato che più volte ha visto il suo percorso deviare dalle medie alle basse latitudini dell’Europa occidentale ed innescare dei cut-off (gocce fredde) in prossimità della Penisola Iberica dalla lenta evoluzione verso la regione alpina e del Mitteleuropa, sede del loro graduale riassorbimento nella circolazione principale.

In risposta a ciò sul bacino centrale del Mediterraneo e sull’Est Europa si poneva una vasta area anticiclonica, la quale alimentava verso questa parte del Continente, la risalita di masse d’aria calda dal Nord Africa, masse d’aria spesso ricche di pulviscolo desertico.

Lo scenario europeo veniva così composto da due aree contrapposte: quella centro-occidentale martoriata da continue fasi di maltempo e temperature più fresche, quella orientale alle prese con condizioni più secche e temperature più calde.

Anomalie di geopotenziali alla quota di 500hPa rispetto alla media 1981-2010.
Anomalie di temperatura riferite alla quota di 500hPa rispetto alla media 1981-2010.

Scenario sulla Basilicata

Nel pattern appena analizzato sopra, la Basilicata si collocava in quell’area protetta dall’alta pressione e spesso attraversata dalla risalita di masse d’aria di matrice subtropicale.

Nelle poche fasi in cui l’ondulazione perturbata tendava l’ingresso nel Mediterraneo, l’affondo risultava insufficiente per causare instabilità sulle regioni meridionali ed i relativi cavi d’onda riuscivano soltanto a lambire la Campania ed il Medio Adriatico.

Quadro termico

Sulla Basilicata le temperature mensili sono risultate al di sopra delle medie, con un’ anomalia superiore ai +2 °C.

Nel corso del mese si sono susseguite tre ondate di caldo (7/11, 18/22 e 28/30) capaci di portare i valori massimi oltre i +40 °C nelle zone interne del Metapontino ( vedi fig.1 ) ed oltre i +30 °C sui rilievi appenninici ( vedi fig.2 ); ondate di caldo intervallate da brevi periodi con temperature in linea con le medie del periodo o poco al di sotto.

Fig.1 – Valori più alti rilevati dalla rete di monitoraggio del C.F.D. Basilicata
Fig.2 – Andamento della temperatura rilevata in località Sellata tra il 21 e 22 giugno.

Dati termici mensili

  • POTENZA
    • media mensile (1991-2020) = 20 °C
    • media mensile GIUGNO 2024 = +22,8 °C ( anomalia +2,8 °C )
    • media mensile temperature massime = +29,1 °C
    • media mensile temperature minime = +16,6 °C
    • temperatura più alta = +36,5 °C ( 21 giugno )
    • temperatura più bassa = +10,7 °C ( 4 giugno )
    • giornata più calda = +29,4 °C ( 21 giugno)
    • giornata più fredda = +18,4 °C ( 1 giugno)
    Andamento termico mensile rilevato dalla stazione del C.F.Basilicata
    Temperature medie giornaliere rilevate dalla stazione del C.F.Basilicata e raffrontate con la media 1991-2020

    • MATERA
      • media mensile (1991-2020) = 23,3 °C
      • media mensile GIUGNO 2024 = +25,4 °C ( anomalia +2,1 °C )
      • media mensile temperature massime = +31,7 °C
      • media mensile temperature minime = +20,3 °C
      • temperatura più alta = +38,8 °C ( 22 giugno )
      • temperatura più bassa = +14,8 °C ( 14 giugno )
      • giornata più calda = +31,5 °C ( 22 giugno)
      • giornata più fredda = +19,5 °C ( 1 giugno)
    Andamento termico mensile rilevato dalla stazione del C.F.Basilicata
    Temperature medie giornaliere rilevate dalla stazione del C.F.Basilicata e raffrontate con la media 1991-2020

    Quadro pluviometrico

    Il mese è stato molto secco e gravato da condizioni di siccità che hanno portato diversi comuni ad ordinanze per limitare l’uso dell’acqua potabile e sospensioni dell’erogazione.

    Dai dati raccolti si nota uno scarso apporto di idrometeore su tutto il territorio lucano e un netto decremento della risorsa idrica invasa ( vedi fig.3 ).

    Fig.3 – Disponibilità idriche negli invasi lucani e differenza con l’anno precedente.

    Dati pluviometrici mensili

    POTENZA = 8,2 mm | n. giorni piovosi = 3

    MATERA = 1,8 mm | n. giorni piovosi = 0

    Mappa delle cumulate

    Gli episodi più rilevanti del mese di giugno:

    • 1 giugno: segnali di un cedimento dell’alta pressione con piovaschi sparsi;
    • 2 giugno: instabilità sull’estrema area nord con temporali sulla valle ofantina;
    • 3 giugno: veloce fronte instabile dal Tirreno con brevi rovesci sul Potentino;
    • 5 giugno: deboli precipitazioni nella notte per un sistema nuvoloso in transito da ovest;
    • 7/11 giugno: prima ondata di caldo, valori massimi tra +32 e +35 °C;
    • 13 giugno: fronte freddo lungo l’Adriatico ma instabilità limitata alla Puglia, solamente sfiorato il territorio più a nord di Matera;
    • 18/22 giugno: seconda ondata di caldo, cieli lattiginosi con moderata presenza di pulviscolo in atmosfera, valori massimi fino a +40 °C nel Metapontino;
    • 25 giugno: deboli precipitazioni in risalita da sud (da 4 mm sulle aree tirreniche a meno di 1 mm sulle aree a nord);
    • 26 giugno: temporali nell’area nord tra i comuni di Lavello e Montemilone;
    • 28/30 giugno: terza ondata di caldo, valori in aumento fino a sfiorare i +40 °C.
    Leave A Reply

    Your email address will not be published.