Prima perturbazione dell’anno in arrivo!

186

Dalla serata i primi fenomeni sul Lagonegrese, Lunedi piogge diffuse e Martedi neve sui monti

La prima perturbazione del 2023 si fa strada verso la Basilicata. La parte più avanzata del fronte perturbato ha già raggiunto l’alto Tirreno con fenomeni in atto su Corsica, Toscana e regioni del Nord-Ovest.

Sul basso Tirreno risalgono correnti mite da Sud-Ovest che producono nuvolosità sulla Campania e sul Lagonegrese con pioviggini o isolati rovesci mentre sul resto della regione prevalgono ancora ampi spazi soleggiati.

Ultimo scatto del satellite – ©Eumetsat
Sinottica attuale sul comparto Euro-Atlantico

Dall’immagine sinottica attuale possiamo notare le due saccature presenti sull’Europa: la prima di origine polare/artica marittima proveniente da Nord-Ovest e la seconda, di origine polare continentale presente sulla Russia e distesa verso i paesi dell’Est fino al Mar Nero e la Turchia. Nel mezzo (Italia compresa) si insinua un lieve promontorio anticiclonico ma destinato a piegarsi alla saccatura atlantica in arrivo.

Nella giornata odierna quindi avremo ancora un clima piuttosto gradevole nelle ore centrali con nuvolosità in graduale aumento su tutta la regione. Fenomeni più consistenti sul Lagonegrese in serata.

Dalle prime ore di domani Lunedi 9, l’ingresso deciso della saccatura atlantica andrà a scavare un minimo depressionario sull’Alto Adriatico con conseguente attivazione di forti correnti di Libeccio sulle regioni meridionali. Avremo quindi un temporaneo rialzo termico sul Nord Potentino e sul Materano (termiche a quota 1500m fino a +7°C) mentre il fronte perturbato dispenserà piogge un pò su tutto il territorio lucano ma con fenomeni maggiori sulle zone sud-occidentali della Basilicata maggiormente esposte.

Sinottica prevista tra 24 ore sul comparto Euro-Atlantico
Raffiche di vento previste: direzione ed intensità (in Km/h)

Nel corso di Lunedi quindi il vortice di bassa pressione scivolerà lungo l’Adriatico traghettando con lui masse d’aria più fredde estratte dalla saccatura, le correnti di Libeccio andranno attenuandosi in tarda serata e nella notte di Martedi, quando il minimo avrà raggiunto le coste del Montenegro. Anche i fenomeni andranno ad attenuarsi.

Nella mattinata di Martedi irromperanno in maniera brusca correnti di Tramontana sul Tavoliere e con leggera curvatura a Maestrale soffieranno con irruenza su tutta l’area nord della regione. Le temperature subiranno una brusca diminuzione con l’ingresso in quota di termiche fino a -2°C (valori relativi ad una quota approssimativa di 1500m) mentre una veloce ritornante della perturbazione interesserà tra la tarda mattinata ed il pomeriggio i settori centro-settentrionali con rovesci moderati e nevicate fino a quota 900-1000m (ma fiocchi saranno possibili anche al di sotto degli 800m). Già in serata la perturbazione si allontanerà verso est con relativa cessazione delle precipitazioni.

Sinottica prevista tra 48 ore sul comparto Euro-Atlantico
Raffiche di vento previste: direzione ed intensità (in Km/h)

Mercoledi e Giovedi clima asciutto con temporaneo rialzo termico (di circa 3-4°C), ventilazione da nord ancora sostenuta nella prima parte di Mercoledi.

Per il prossimo weekend prevista una seconda ondulazione fredda con nuovo peggioramento.

Queste le precipitazioni previste per i prossimi giorni:

Precipitazioni totali previste

Ai prossimi aggiornamenti.

Previsioni a cura di:

Lentini Emanuele

Commenti
Loading...

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More